Golf per la Vita
Associazione Sportiva Dilettantistica
Corso Sempione, 38 – 20154 Milano
C.F. 93011970188

Per donazioni:
IBAN IT09G 05696 01619 00000 3709X 32
Intestazione conto corrente ASD GOLF PER LA VITA
presso BANCA POPOLARE DI SONDRIO AG. 20 – MILANO

Giuseppe Iulita – Legale Rappresentante – iulbeppe@virgilio.it

Marco dal Fior – Vice Presidente – mdalfior@alice.it

Serena Caja- Tesoriere associazione Golf per la Vita

..

Un ringraziamento per l’importante contributo dato da Roberto Caja, durante gli anni di presidenza dell’Associazione Golf per la Vita fino al 2014. E’ stato un profondo conoscitore del golf e delle sue applicazioni terapeutiche. E’ stato anche fondatore della AIGD (Associazione Italiana Golf Disabili)  della FIGD Federazione Italiana Golf Disabili e Presidente EDGA European Disabled Golf Association.

MAGAZINE #194 del 19 gennaio 2018 ospite GIUSEPPE JULITA

.

.

GOLF PER LA VITA di Marco Dal Fior

Mondo del Golf, leggi articolo_dalfior

.

—————————- .————-
PIERLUIGI LOCATELLI

Fondatore dell’associazione “Golf per la Vita” , Anima del Progetto, istruttore e responsabile didattico
Da 11 anni realizza, in maniera autonoma, Corsi di “Golf terapia” in stretta collaborazione con l’Assessorato alla salute del Comune di Milano e opera in Strutture e campi da Golf che collaborano al suo progetto.

————

Pierluigi Locatelli è un tecnico della Federazione Italiana Golf e un Professionista della Brazilian Golf Confederation. Ha partecipato ai corsi del Comitato Italiano Paralimpico per l’insegnamento del Golf a persone portatrici di disabilità fisica , sensoriale e intellettiva.
Nel 2007 è responsabile del progetto di Golf terapia “Golf senza barriere” della Federazione Italiana Golf Disabili
Nel 2010 è il Presidente fondatore dell’associazione “Golf per la Vita”.

Durante i Corsi di Golf opera in collaborazione con medici, educatori e volontari e presta particolare attenzione : alla ricerca della concentrazione ideale, al controllo delle stereotipie verbali e fisiche, alle capacita’ oculo manuali, alle posture, al gesto motorio che prevede attenzione e coordinazione, alla serenità data da un contesto ottimale, all’integrazione del ragazzo disabile nella società. L’istruttore opera con finalità sanitarie e non semplicemente sportive, in maniera mirata sulle patologie specifiche trattate, con un intervento che si “adattata” alle esigenze riabilitative dei frequentatori dei corsi di golf. Le attività motorie e di coordinamento sono prevalenti rispetto alla forza e alla resistenza, questo permette di infondere consapevolezza e fiducia verso le potenzialità fisiche e psichiche dei frequentatori dei corsi di golf.

Testi e progetto Pierluigi Locatelli DSC01880

pierluigi_locatelli@yahoo.it

Il golf, dal Brasile a Milano diventa “per la vita”. Un grande progetto