L’associazione e’ stata costituita, il 6 marzo 2010, da un gruppo di amici, sulla base delle esperienze maturate grazie allo sviluppo del progetto “Golf senza barriere “ , realizzato nel 2007  in collaborazione tra l’Assessorato alla Salute del Comune di Milano, la Federazione Italiana Golf  Disabili ed i Lions per l’insegnamento dei fondamentali del gioco del golf a persone con disabilità motoria e intellettiva relazionale.

La didattica viene “adattata” alle specifiche esigenze del ragazzo disabile. L’insegnamento viene svolto in collaborazione con i volontari, i medici e gli operatori, prestando particolare attenzione,alla ricerca della concentrazione ideale, al controllo delle stereotipie verbali e fisiche, alle capacità oculo manuali, alle posture, al gesto motorio che prevede attenzione e coordinazione, alla serenità data da un contesto ottimale, all’integrazione del ragazzo disabile nella società. L’istruttore interviene,  in maniera mirata sulle patologie specifiche trattate con un intervento che ha finalità sanitarie e non semplicemente sportive.

Pierluigi Locatelli, responsabile del progetto didattico, ha partecipato ai corsi svolti dal Comitato Italiano Paralimpico per l’insegnamento del golf a persone con disabilità fisica, sensoriale e intellettiva relazionale, ha maturato un’esperienza specifica riconosciuta da operatori, medici e personale sanitario nei Centri di riabilitazione. A secondo delle necessità e delle richieste del personale sanitario, realizza la didattica in funzione del disagio e dei casi clinici trattati per permettere a tutti (disabili fisici, amputati, tetraplegici, non vedenti, portatori di disagio psichico, mentale e relazionale ) di poter praticare un’attività riabilitativa e socioeducativa gratuitamente per lunghi periodi all’interno degli istituti.

Durante i corsi di “golf terapia” svolti all’interno dei Centri, gli atleti disabili acquisiscono nuove capacità motorie e coordinative e apprendono a esercitare una nuova forma di controllo dell’ansia attraverso una maggiore conoscenza delle proprie emozioni. A livello clinico si evidenziano miglioramenti delle stereotipie verbali e fisiche, delle capacità oculo manuali e cognitive, dell’equilibrio e del controllo fisico.

Le attività motorie e di coordinamento svolte nei corsi sono prevalenti rispetto alla forza e alla resistenza, questo permette di infondere consapevolezza e fiducia verso le potenzialità fisiche e psichiche dei frequentatori dei corsi di golf.

DSCN1829

Alcuni momenti dell’attività svolta fuori dai Centri

DSC02518Golf per la vita al tg5Ragazzi Coppa “Challenge Golf per La Vita”GOLF PER LA VITA INIZIATIVA PER I DIVERSAMENTE ABILI E PORTATORI DI HANDICAP AL GOLF CLUB BOGOGNO

GOLF PER LA VITA di Marco Dal Fior
Mondo del Golf, Marzo 2011 leggi articolo_dalfior